CARIGE_NUOVO_Banner_960x100
02_02_08_1198136
Elvis 960x110
A Sexy Horror Story 960x110 2
Peter va sulla luna 960x110
Shark Bait_960x110
Logo CC Genova Logo CC Genova mobile

7 luglio > 19 settembre 2022

Cortile Maggiore Palazzo Ducale e Cinema Sivori, Genova

Ingresso libero fino ad esaurimento posti


Da “Profumo di donna” al “Sorpasso” passando per “L’Armata Brancaleone”. Grande attore e uomo di cultura, Vittorio Gassman ha saputo fornire interpretazioni magistrali nei generi più diversi con la sua voce inconfondibile e potente. Nel centenario della nascita, avvenuta a Struppa il 1° settembre 1922, Alesbet/Circuito ricorda l’attore genovese con la rassegna “Vittorio Gassman. Una voce, cento volti”, sei film a ingresso libero in programma dal 7 luglio al 19 settembre 2022 nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale (piazza Matteotti) e al cinema Sivori (salita Santa Caterina), un progetto ideato e prodotto da Centro Culturale Carignano con il sostegno del Comune di Genova. La manifestazione fa parte delle celebrazioni organizzate nel capoluogo ligure per questo importante anniversario, prima fra tutte “Vittorio Gassman. La grande mostra a 100 anni dalla nascita dell’artista”, in programma a Palazzo Ducale dal 7 luglio al 18 settembre 2022.

Nella copiosa cinematografia di Gassman sono stati selezionati sei film fra i pochi che sono stati sottoposti all’opportuna opera di restauro e che per questo offrono al pubblico una qualità di fruizione adeguata agli standard digitali a cui siamo ormai abituati. La rassegna “Una voce, cento volti” inizia giovedì 7 luglio a Palazzo Ducale con “Profumo di donna” di Dino Risi (1974, 100’), che sarà presentato dal giornalista e critico cinematografico Dario Vassallo. Ispirato al romanzo “Il buio e il miele” di Giovanni Arpino, è stato in parte girato a Genova. Gassman interpreta il ruolo di un ufficiale cieco, di cui rese magistralmente il carattere brusco e duro posto a nascondere un’intima fragilità, vincendo alcuni dei prestigiosi premi che accompagnarono tutta la sua carriera (Premio per la migliore interpretazione maschile a Cannes e Nastro D’Argento, David di Donatello e Grolla d’oro come Miglior Attore). Nel 1992 il regista Martin Brest girò un remake del film con Al Pacino nella parte che fu di Gassman. Si prosegue lunedì 1° agosto con “Il deserto dei tartari” di Valerio Zurlini (1976, 147’) e lunedì 22 agosto con “L’armata Brancaleone” di Mario Monicelli (1966, 120’), sempre nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale. Nel primo, tratto dall’omonimo romanzo di Dino Buzzati, di cui ricorre il cinquantenario dalla morte, Gassman mette l’imponenza della sua figura e l’enfasi della sua voce al servizio di un personaggio che coniuga durezza e sensibilità. Nel secondo Gassman sfrutta in pieno la sua espressività teatrale interpretando il capitano vanaglorioso e codardo di una

sgangherata compagnia di ventura dell’Italia medioevale. I titoli di testa furono affidati da Monicelli a Giulio Gianini e a un grande artista genovese: Emanuele Luzzati. Per la proiezione de “L’armata Brancaleone” si ringrazia Guido Lombardo della Titanus.

Gli altri tre film sono in programma al cinema Sivori. Lunedì 5 settembre alle 21 si proietta “C’eravamo tanto amati”, un’opera del 1974 in cui il sodalizio con Ettore Scola produce una delle interpretazioni più intense di Gassman, quello di un ex-partigiano che, abbandonato ogni scrupolo d’onestà, ha ottenuto ricchezza e successo e che, di fronte agli amici, preferirà fingersi quello di un tempo, chiudendosi in una definitiva solitudine. L’attore riprese poi il trasformismo già sperimentato in teatro con I mostri” di Dino Risi, duro film a episodi sull’immoralità degli italiani dove recita accanto a Ugo Tognazzi: sarà proiettato lunedì 12 settembre. Si chiude lunedì 19 settembre con Il sorpasso”, con cui l’accoppiata Gassman – Risi cominciò un percorso costellato di grandi successi; il film ebbe un’eco internazionale e fornì diretta ispirazione, negli Stati Uniti, per Easy rider (1969) di Dennis Hopper. Il protagonista Bruno Cortona, quarantenne invadente e cialtrone, rappresentò con la sua corsa in cerca di divertimento facile su una moderna Lancia Aurelia bianca una diretta critica all’Italia del boom economico vicina ormai alla sua crisi. Gassman raggiunse una nuova maturità recitativa, ottenendo un grande successo personale, al fianco di Jean-Louis Trintignant, recentemente scomparso.

Un percorso nella vasta cinematografia di Gassman che rende conto della poliedricità interpretativa dell’attore, focalizzando l’attenzione soprattutto sul suo sodalizio artistico con tre grandi registi italiani: Mario Monicelli, Dino Risi ed Ettore Scola. La rassegna “Vittorio Gassman. Una voce, cento volti”, organizzata da Circuito/Alesbet, è prodotta da Centro Culturale Carignano con il sostegno del Comune di Genova, il supporto di Europa Cinemas e Fice, la collaborazione di Fondazione Genova Palazzo Ducale, Cineteca di Bologna, Cineteca Nazionale di Roma, Istituto Luce-Cinecittà. Main sponsor sono Fondazione Cappellino-Almo Nature attraverso la partnership con Circuito Cinema e Circuito Cinema Scuole e Banca Carige Gruppo BPER Banca che promuove la cultura e le imprese liguri, in una sfida che unisce tradizione e innovazione. Sponsor tecnico Easyscooter.

Le date della rassegna

Dal 7 luglio al 19 settembre 2022

I luoghi della rassegna

PALAZZO DUCALE / CINEMA SIVORI

 

Newsletter

Se vuoi essere informato su tutti gli eventi di Circuito Cinema Genova iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti